Capitolo regolare,
0 capitoli in coda, 0/5
-Schadenfreude

I due vecchi maestri di rune divine rimasero alla porta per un po’ di tempo, chiaramente volevano entrare e mettersi comodi. Ma Lin Ming non aveva la minima intenzione di accontentarli. Dopo una breve conversazione, usò come pretesto la produzione di simboli runici e chiuse la porta.

I due vecchi si scambiarono un’occhiata sbigottita. Anche loro erano persone potenti, eppure dovevano passare il tempo qui a sorvegliare la porta di un membro della giovane generazione. Non potevano farci nulla però. A parte Lin Ming, chi altri poteva disegnare i simboli potenziati del Fuoco Celeste e del Dio Blasfemo? Perfino l’Empirea del Viola Misterioso era interessata molto ai simboli di Lin Ming e occasionalmente avrebbe fatto loro domande.

“La situazione non sembra molto positiva…” Disse l’uomo alto accarezzandosi la barba.

Nonostante non fossero entrati nella stanza, erano riusciti vagamente a capire il ritmo dei suoi progressi. In questi giorni, Lin Ming sembrava non aver fatto passi avanti e invece aveva causato un po’ di esplosioni. Quel breve incidente di prima non era un fallimento ordinario, poteva esserci un problema con la creazione delle strutture di energia.

Quando Huo Yi Liu aveva cercato di copiare il simbolo di Lin Ming, anche allora aveva trovato problemi con la struttura dell’energia che avevano fatto collassare i simboli.

Questo li aveva fatti preoccupare. C’era un problema nella creazione del Simbolo del Dio Blasfemo? In tal caso allora Lin Ming sarebbe riuscito a finire l’obiettivo in tempo?

In effetti non erano solo questi due vecchi a prestargli attenzione.

Dopo che l’asta delle Rune Divine era finita, erano rimasti molti maestri. Spesso recavano visita alla gilda, sperando di poster osservare i simboli del Dio Blasfemo e del Fuoco Celeste potenziati.

Ma ciò che li sorprendeva era che queste richieste non erano state rifiutate da Song Wen.

Tutti i maestri di rune avrebbero potuto esaminare i simboli del Dio Blasfemo e del Fuoco Celeste finché ne avessero fatto richiesta. Ma per essere ammessi bisognava rispettare una condizione: i maestri di rune dovevano pagare con delle proprie tecniche.

Perfino il vecchio Xue era ammirato dalle condizioni che aveva stabilito Song Wen. Non poté che sospirare internamente. Anche se il presidente della gilda sembrava una persona virtuosa e magnanima, in realtà era una volte astuta e scaltra.

Il vecchio Xue era l’opposto. Nonostante sembrasse astuto e avido in superficie, si comportava con onestà.

Questo aveva permesso a Song Wen di ottenere una buona reputazione ed era considerato un gentiluomo. In realtà era un taccagno che si approfittava degli altri. Per quanto riguardava il vecchio Xue, aveva una pessima reputazione. Molti lo chiamavano vecchio cane, ma non aveva mai sfruttato gli altri.

Tuttavia il vecchio Xue sapeva che copiare i simboli del Dio Blasfemo e del Fuoco Celeste era impossibile. I fallimenti di Huo Yi Liu ne erano il miglior esempio. Anche se avessero dato in prestito i simboli ad altri esperti, non sarebbero riusciti a replicarli.

I maestri della gilda invece avrebbero tratto numerosi benefici da questi scambi!

Dopotutto ogni esperto di rune avrebbe fatto diverse scoperte ed esperienze. Ad esempio, se cento maestri avessero tracciato un simbolo del Fuoco Celeste, avrebbero mostrato cento tecniche diverse. Anche se la struttura principale fosse stata la stessa, ci sarebbero state varie sottili differenze!

Assimilare le esperienze di un solo maestro di rune non era niente di che, ma sarebbe stato di grande beneficio apprendere delle esperienze di molti esperti.

In realtà la maggior parte di questi maestri di rune sapeva bene che era impossibile svelare i misteri dei simboli potenziati, ma nonostante questo volevano comunque vederli e studiarli di persona.

Questi due simboli runici aveva una fama crescente nel mondo esterno. Anche se molti sapevano che era una trappola, erano comunque disposti a balzarci!

Questa era la follia causata dalla curiosità e dall’entusiasmo nelle arti runiche!

Per molti esperti, anche solo guardare il simbolo del Dio Blasfemo avrebbe dato loro soddisfazione.

Sempre più maestri si erano presentati e avevano offerto le loro tecniche per la possibilità di guardare i simboli del Dio Blasfemo e del Fuoco Celeste.

Tuttavia, mentre sempre più persone avevano studiato i due simboli e avevano condotto delle ricerche su di essi, erano giunti ad una spaventosa conclusione: che la difficoltà nel tracciarli aveva raggiunto un livello terrificante!

Solo la struttura comprendeva 2000-3000 piccole rune.

Temevano che, anche sapendo tutte le tecniche necessarie per tracciare i due simboli e come fonderli con il Dao Celeste Asura, ricrearli sarebbe stato difficile quanto tracciare un simbolo runico di sesto livello!

Era arduo immaginare come ci era riuscito Lin Ming!

Quando tutti si ricordavano che Lin Ming avrebbe dovuto completare 500 simboli del Dio Blasfemo nell’arco di tre anni, provavano profonda incredulità. Era un carico di lavoro sconvolgente!

Se Lin Ming non fosse riuscito a completare 500 simboli del Fuoco Celeste nell’arco di tre anni, allora l’Empireo Signore Celeste non avrebbe potuto dire nulla. Dopotutto allora non aveva posto una condizione a Lin Ming.

Ma l’Empirea del Mistero Viola era diversa. Se Lin Ming non fosse riuscito a rispettare la promessa fatta, allora avrebbe dovuto risarcirle i punti!

Per un po’, molti maestri di rune divine concentrarono l’attenzione sulla gilda. Questi simboli miracolosi li riempiva di desiderio e riluttanza ad andarsene.

Inoltre la città delle Rune Divine era considerata una terra sacra per i maestri di rune. Con così tanti esperti radunati qui, avrebbero potuto condividere e scambiare informazioni. Per questo persone dalla lunga vita, tre anni non erano niente di che. Avrebbero preferito rimanere qui e vedere se Lin Ming avrebbe potuto finire questo compito spaventoso.

Ma Lin Ming si era isolato nella sua stanza, senza permettere a nessuno di entrare.

In questi giorni l’uovo di drago non si mosse più. Lin Ming dedicò tutta la sua concentrazione a tracciare simboli. Le sue mani sfrecciavano nell’aria, lasciando scie di energia brillante…

Il tempo passava effimero come la sabbia nel tempo, marciando incessantemente.

All’inizio, Lin Ming non aveva avuto nessun problema nel tracciare il simbolo del Fuoco Celeste, mentre per quello del Dio Blasfemo sarebbe stato lento come prima.

Accaddero diversi piccoli incidenti, uno dopo l’altro. Fortunatamente, dopo che essere stata ricoperta di fuliggine dopo l’incidente con l’uovo di drago, Xiao Moxian aveva mantenuto la guardia, così tutti i guai furono risolti facilmente.

Dopodiché, Lin Ming divenne sempre più abile nel disegnare simboli.

Un mese…

Due mesi…

Tre mesi…

I materiali scartati si erano accumulati in pile alte come colline. Nel frattempo Lin Ming era diventato sempre più esperto e aveva acquisito più familiarità nel tracciare i simboli. Aveva compreso tutti i piccoli cambiamenti nei flussi di energia tra le linee.

Lentamente, Lin Ming alla fine riuscì a disegnare due simboli del Fuoco Celeste in un giorno. Il suo tasso di successo aveva raggiunto il 99% nonostante stesse conservando la sua forza spirituale!

Per quanto riguardava il più difficile simbolo del Dio Blasfemo, riusciva a completarlo solo l’80% delle volte. Inoltre poteva tracciarne al massimo uno al giorno.

Così Lin Ming fece una decisione. Avrebbe speso la maggior parte della sua energia nel tracciare il simbolo del Fuoco Celeste potenziato e, attraverso questo processo, avrebbe potuto migliorare costantemente il livello delle sue arti runiche.

Per quanto riguardava il simbolo del Dio Blasfemo, l’avrebbe messo da parte finché le sue tecniche non fossero arrivate ad un certo livello. Una volta garantito un tasso di successo del 95%, avrebbe iniziato a disegnarli in massa.

Così avrebbe risparmiato molto tempo.

E in quel momento, i maestri di rune divine dal palazzo celeste del Viola Misterioso di guardia fuori dalla sua stanza provarono un po’ di inquietudine.

Durante questo lungo periodo di tempo, Lin Ming non era uscito a consegnare loro i simboli.

Questo li aveva spaventati.

Alla fine, Zhao Chang non poté trattenersi dal bussare alla porta di Lin Ming.

Xiao Moxian si accigliò. Prima confermò che Lin Ming non era stato disturbato, poi creò una formazione isolante per poi aprire la porta con un’espressione cupa.

Vedendo l’espressione inquietante di Xiao Moxian illuminata dalla luce fioca e il suo sguardo assassino, Zhao Chang si irrigidì e tossì con imbarazzo diverse volte. Spiegò lentamente: “Fata Xiao Moxian, siamo qui per ricevere i simboli runici. Sir Lin ha detto all’Empirea de Mistero Viola che ne avrebbe consegnato una parte ogni tre mesi.”

Zhao Chang parlò con un tono allegro e caloroso, come se stesse cercando di lusingare Xiao Moxian.

Sentendo questo, Xiao Moxian si ricordò che in effetti Lin Ming l’aveva promesso.

Giocherellando con il lobo dell’orecchio per un momento, Xiao Moxian rientrò e prese una scatola di giada piena di simboli del Dio Blasfemo completati dalla scrivania. Poi la consegnò a Zhao Chang.

La pila era sottile e leggera. Dopo un conto veloce, ce n’erano solo 10…

Questo perché, per risparmiare tempo, Lin Ming aveva deciso di sbrigare la questione un passo alla volta. Avrebbe iniziato con i simboli del Fuoco Celeste per affinare le sue capacità e poi completare gli altri.

Zhao Chang guardò i dieci meri simboli, quasi soffocò e svenne.

“Tutto… qui?”

Lin Ming ne aveva tracciati solo dieci in tre mesi? Non era un po’ troppo lento?!

Il termine di scadenza promesso era di tre anni. Con questa velocità, Lin Ming sarebbe riuscito a disegnarne solo 120. Sarebbe stato ben lontano dall’obiettivo finale!

“Esatto, tutto qui. Ricordo che è stato detto di consegnare i simboli completati, ma non è mai stata specificata la quantità dovuta ogni mese, giusto?”

Chiese Xiao Moxian. Zhao Chang era senza parole. In effetti, durante l’asta, Lin Ming aveva solo detto che avrebbe consegnato i simboli completati ogni tre mesi, ma non aveva mai specificato il loro numero esatto.

L’uomo basso e grasso accanto a Zhao Chang non poté che ricordare a Xiao Moxian: “Fata Xiao Moxian, le ricordo che se l’accordo della cambiale non potrà essere soddisfatto nell’arco di tre anni, allora i 5 miliardi di punti e l’erba della saliva del drago dovranno essere restituiti.”

Ricordò gentilmente l’uomo basso e grasso, poco ottimista. Dopotutto anche lui aveva studiato il simbolo del Dio Blasfemo e pensava che perfino lui avrebbe avuto difficoltà a crearli, anche se Lin Ming fosse venuto ad istruirlo su come disegnarli. C’era sicuramente un alto tasso di fallimento.

Completarne 500 in tre anni era una condizione davvero ardua. Dopotutto, ai suoi occhi, Lin Ming era comunque un membro della giovane generazione, non molto diverso da un bambino.

Nonostante questi due vecchi avessero una disposizione gentile, Xiao Moxian non apprezzava che fossero in agguato di fronte alla porta ogni giorno. Disse con impazienza: “Grazie per il consiglio, ma non preoccupatevi per favore. Sono passati solo tre mesi, inoltre il fratellone Lin deve disegnare anche i simboli del Fuoco Celeste!”

“I simboli del Fuoco Celeste?” Ripeté Zhao Chang, sorpreso. Era già difficile finire di tracciare tutti i simboli del Fuoco Celeste, eppure Lin Ming si stava dedicando agli altri? Credeva che Xiao Moxian avesse la disposizione e le maniere di una bambina e che avesse appena detto una vanteria. Tuttavia non voleva contrariarla. Tornò a ricordarle gentilmente: “I simboli del Fuoco Celeste non hanno un termine di scadenza. Forse è meglio concentrarsi solo sui simboli del Dio Blasfemo in questi tre mesi.”

“…Certo.” Xiao Moxian non era interessata, né abbastanza paziente per continuare a cianciare con questi due vecchi. Mormorò una risposta e poi chiuse loro la porta in faccia.

I due vecchi balzarono all’indietro e si scambiarono un’occhiata costernata.

Ti è piaciuto il capitolo? Supporta Novelle Leggere su Patreon, ci vuole un attimo!